VELA: REPORT 29ER EUROPEAN CHAMPIONSHIP 2019 – ARCO, GARDA LAKE

Si è concluso sabato 24 agosto il Campionato Europeo 29er, organizzato dalla 29er International Class e dal Circolo vela Arco.

Una prima esperienza internazionale molto impegnativa per i nostri giovanissimi equipaggi Luca Agrestini con a prua Luigi Ferruggia e Alfredo Salerno in coppia con Maurizio Cacace, tutti atleti che hanno concluso lo scorso anno la loro avventura nella Classe Optimist e si sono proiettati in questa nuova esperienza con gli skiff acrobatici propedeutici al 49er olimpico.

Un Campionato Europeo 29er emozionante e travolgente quello del Garda, che ha visto in gara alcuni dei futuri campioni della vela, inclusi i freschi campioni del mondo francesi e le svedesi campionesse del mondo femminili. Atleti che si cimentano in una classe giovanile che ormai è il simbolo della vela veloce ed acrobatica e che testimonia l’attuale evoluzione di questo sport, con numeri veramente importanti: 210 atleti provenienti da 15 diverse nazioni.

I nostri ragazzi hanno affrontato la sei giorni di regate consci del livello in campo ed hanno comunque dato il massimo in condizioni per loro inusuali: vento forte e sveglia al mattino presto per andare in acqua alle 7:00 per sfruttare il Peler, tipico vento da nord, che ha soffiato forte per tutto il periodo di regate.

Il contesto di altissimo livello nella prima tre giorni di Qualificazione con 9 regate disputate, ha visto entrare nella flotta Gold solamente cinque equipaggi italiani; esclusi a sorpresa dalla lotta per le medaglie alcuni equipaggi quotati come le sorelle Marta e Sofia Giunchiglia, le campionesse italiane Falco/Rosolino e le sorelle maltesi Schulteis, vice campionesse mondiali youth in carica.

A vincere sono stati i forti inglesi Wilson/Armstrong per i maschi e le tedesche Krupp/Borlinghaus tra le ragazze.

I nostri equipaggi si sono qualificati alle Final Series nella flotta Emerald dove dopo altre tre giornate molto impegnative e 8 prove disputate, il duo Agrestini Ferruggia si è classificato all’8° posto, quarti tra gli equipaggi under 17, con anche un ottimo 3° di giornata, mentre Salerno/Cacace si attestano in 46° posizione complice il loro peso leggero e le condizioni a loro non congeniali. Il Lago di Garda non regala niente, è variabile e capriccioso, duro, impegnativo e non conosce pause.

Nelle giornate finali i ragazzi sono stati chiamati in acqua alle sei del mattino e loro hanno risposto all’impegno con encomiabile dedizione e sacrificio, facendo sempre quel qualcosa in più che magari il giorno prima non conoscevano, disputando 15 prove in flotte impegnative da 55 barche e dimostrando impegno e serietà.

Da premiare dunque gli sforzi dei ragazzi durante questa impegnativa trasferta dalla quale si ritorna con la consapevolezza che la strada percorsa è quella giusta e bisognerà lavorare tanto in vista dei prossimi impegni, primo fra tutti il Campionato Nazionale Doppi che si disputerà a Bari dal 5 al 9 settembre, dove le condizioni saranno certamente più congeniali ai nostri portacolori.

Qui le classifiche finali: https://www.29ereuropeans.org/media/pdfs/FINAL%20RESULTS.pdf

Forza Lauria!

Galleria fotografica:

Potrebbero interessarti anche...