LETTERA AI SOCI DAL PRESIDENTE GIORGIO MATRACIA

Cari consoci,
mi auguro che voi tutti, assieme ai vostri familiari e amici, stiate bene. Viviamo un tempo segnato dall’incertezza e dalle paure. Sono giorni in cui coltiviamo in cuor nostro la speranza che presto si possa tornare alla normalità. Una normalità che per molti di noi è segnata anche dalla vita all’interno del nostro circolo.

Ogni socio sente come proprio il Club Canottieri Roggero di Lauria. Un sentimento di appartenenza che nella dimensione delle relazioni trova la sua espressione migliore. Gli incontri culturali, le iniziative sportive, la convivialità e, perché no, anche le critiche. Potrà apparire assai strano, ma il disappunto su una pietanza servita al ristorante o uno scambio di opinioni su temi di gestione interna del Club… anche tutto questo rende vivo e pulsante il nostro Roggero di Lauria.

Un circolo che, se oggi resta chiuso fisicamente, resta attivo nelle sue dimensioni sociali e sportive. Abbiamo attivato le procedure di smart working per garantire la piena efficienza dei servizi di segreteria. Il direttivo prosegue nelle sue attività. Siamo al lavoro sul bilancio, il consuntivo è già pronto. Nei prossimi giorni avremo nuovi incontri, sempre in modalità smart. Sul fronte sportivo i nostri allenatori e i nostri atleti proseguono l’attività attraverso piattaforme informatiche.

Manca tutto il resto. E’ vero. Lo sappiamo bene e ne soffriamo.

Non c’è la dimensione dell’incontro e la frequentazione di spazi che non esito a definire straordinari. In queste strane giornate primaverili si avverte ancora di più la mancanza della sede della villa e della sede nautica. Spazi che permettono di vivere in un modo unico il nostro mare.

Non ha precedenti nella storia del circolo una chiusura così lunga. Quegli spazi di vita sociale oggi sono temporaneamente dominati dal silenzio.

Prima di chiudere i cancelli abbiamo avviato, come previsto dalla normativa, la sanificazione e la disinfezione dei locali. Tutto pronto ad accoglierci nel modo migliore. In villa il guidone del Lauria continua a muoversi sostenuto dal vento. Quello stesso vento che presto, questo è il mio auspicio, torneremo a sentire sui nostri visi.

Il presidente
Giorgio Matracia

Potrebbero interessarti anche...